Fai una donazione

"Santa Margherita tutta da riscoprire"

Sostienici nella ristrutturazione dei locali parrocchiali!

Il tuo contributo è fondamentale!

CLICCA SUL TASTO "DONAZIONE"

HAI BISOGNO DI AIUTO? LEGGI LE ISTRUZIONI QUI

Guarda il Video di Gianna Jessen, la donna nata per aborto salino (14:59)

CHI E’ GIANNA JESSEN

gianna-jessen

Gianna Jessen nasce a Los Angeles (USA) il 6 Aprile 1977 in una clinica dove si praticano borti, legata all’associazione “Planned Parenthood”, il più grande fornitore di aborti nel mondo, dove consigliano a sua madre – allora diciassettenne, al settimo mese e mezzo di gravidanza – di interrompere la gravidanza iniettando una soluzione salina nell’utero: il bambino succhia e brucia dentro e fuori e porta la madre al parto le successive 24 ore. A dispetto dei piani umani, Gianna viene alla luce così come deciso dai progetti della divina Provvidenza: la tecnica dell’aborto salino non funziona e la neonata nasce viva dopo 18 ore, sebbene la mancanza d’ossigeno all’interno dell’utero le abbia provocato una paralisi cerebrale e muscolare. Tuttavia, Gianna impara a camminare all’età di tre anni con l’ausilio di un tutore e, a vent’anni, riesce a camminare senza tutore fino a correre, con molta difficoltà, nel 2006 la maratona di New York, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’aborto. Gianna ha perdonato sua madre per aver tentato di abortirla: il suo dolore si è trasformato in speranza, la sua rabbia in desiderio di realizzare una missione che si sta rivelando la vocazione della sua vita: ottenere la parità di diritti al nascituro così come avviene per la donna che lo concepisce. “Se l’aborto è una questione di diritti della donna, dov’erano i miei? – chiede sempre Gianna con voce ferma ai suoi uditori –. Non c’è nessuna femminista che protesti perché i miei diritti sono stati violati e la vita è stata soffocata nel nome dei diritti delle donne?”. L’unico scopo di Gianna, che si definisce “la bambina di Dio”, è quello di far sorridere Dio-Creatore: “Mi hanno odiata fin dal concepimento. ma sono stata amata da molte altre persone e specialmente da Dio. Sono la sua bambina. Non posso stare in questo mondo senza dare tutto il mio cuore, la mia mente, la mia anima e la mia forza al Cristo che mi ha dato la vita”. La Beata Madre Teresa di Calcutta disse di lei: “Dio sta usando Gianna per ricordare al mondo che ogni essere umano è prezioso per Lui. È bello vedere la forza dell’amore di Gesù che Egli ha riversato nel suo cuore. La mia preghiera per Gianna, e per tutti quelli che la ascoltano, è che il messaggio dell’amore di Dio ponga fine all’aborto con il potere dell’amore”. Gianna mostra la sua fede attraverso le sue parole e le sue azioni: ha dato prova di come Dio può manifestarsi attraverso le opere di un essere umano; il compito più alto a cui un individuo possa aspirare.

Home Torna Su

Seguici sui social!
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On YoutubeCheck Our Feed
Ascolta il Vangelo di oggi

Clicca Mi Piace!
Iscriviti alla newsletter!

Vuoi ricevere tutte le novità e gli aggiornamenti del sito tramite email?

Iscriviti alla newsletter 

e ricorda di confermare l'iscrizione cliccando sul link che riceverai via email. Se hai difficoltà, leggi le istruzioni QUI

Inserisci il tuo indirizzo email:
Rosari su Holyart.it