Fai una donazione

"Santa Margherita tutta da riscoprire"

Sostienici nella ristrutturazione dei locali parrocchiali!

Il tuo contributo è fondamentale!

CLICCA SUL TASTO "DONAZIONE"

HAI BISOGNO DI AIUTO? LEGGI LE ISTRUZIONI QUI

settimanasanta

PREGHIERA A GESU'

Carissimo fanciullo/a, questa preghiera è da recitare insiema a tutta la famiglia all'inizio e, spesso, durante la settimana Santa, dopo aver fatto per bene il segno della croce.

Quanto pesava la Tua Croce, o Gesù? Eppure non te ne lamentavi, ma… sopportavi, per amore. E noi… che per delle piccole croci quotidiane ci lamentiamo sempre!

A volte temiamo di essere schiacciati dal peso del legno, perché non abbiamo ancora capito che Tu non ci darai mai un peso maggiore – che non riusciremmo a sopportare -, perché il peso maggiore l'hai voluto tutto per te.

O Gesù, ti accompagneremo in tutta la Settimana Santa, aiutando coloro che sono crocifissi sul legno della sofferenza fisica e spirituale, coloro che vivono tutto l'anno la settimana Santa e con gioia portano la Tua croce.

O Gesù, non possiamo restare indifferenti davanti alla via crucis di un nostro fratello, facci Cirenei della buona volontà perché non vogliamo essere come il tuo cireneo che fu "costretto" a portare la Tua Croce. La costrizione non fa parte dell'amore e dove non c'è amore tutto diventa insofferente e pesante.

O Gesù, dov'era tuo Padre, dov'erano gli Angeli del Paradiso, mentre soffrivi e portavi la Croce per noi peccatori, che avremmo dovuto aiutarti a portare il peso dei nostri peccati?

Non vogliamo abbandonarti, e non vogliamo addormentarci come fecero i tuoi Apostoli nell'orto del Getsemani; ma ti preghiamo… dacci la forza per aiutarti, perché anche noi, come loro, siamo deboli nella fede. 

Svegliaci dal sonno del "cristiano fai-da-te" e, affianco a te, cammineremo tutta la Settimana Santa fino a farti riposare nel sepolcro, e lì aspettermo con le pie donne la tua Risurrezione, che sarà un giorno anche la "nostra" Resurrezione. Amen.


Prima di rispondere al quiz, leggi attentamente quanto riportato qui di seguito, poiché vi troverai un aiuto importante per le tue risposte!

In alternativa >>VAI DIRETTAMENTE AL QUIZ<<

DOMENICA DELLE PALME

La Domenica immediatamente prima di Pasqua è la Domenica delle Palme. In essa ricordiamo il ritorno trionfale di Gesù a Gerusalemme, assieme ai suoi amici, i discepoli. La gente fa festa e lo accoglie agitando le foglie di palma e dicendo: "… Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna nel più alto dei cieli!". Anche noi lo ricordiamo, facendo la processione con i rametti di ulivo. Durante la S.Messa viene letto il Vangelo della Passione di Gesù. Con la Domenica delle Palme ha inizio la settimana santa

LA SETTIMANA SANTA

La Settimana compresa tra la Domenica delle Palme e la Domenica di Pasqua si chiama Settimana Santa. Tutti i giorni di questa settimana si chiamano "santi". I giorni più importanti di questa settimana sono: il Giovedì santo, il Venerdì santo e il Sabato santo. Essi costituiscono il Triduo Pasquale e sono i giorni più importanti del calendario liturgico della Chiesa: sono i giorni più ricchi di significato per la nostra fede. Il Triduo Pasquale inizia con la Messa della sera del Giovedì Santo.

Giovedì santo

Al mattino, nella chiesa-cattedrale, durante la Messa Crismale, il Vescovo concelebra insieme a tutti i sacerdoti della diocesi, e consacra il Sacro Crisma, olio che viene usato per l'unzione dopo il Battesimo, per la Cresima e durante l'Ordinazione sacerdotale. Insieme a quest'olio vengono benedetti l'Olio dei catecumeni, usato per l'unzione pre-battesimale, e l'Olio degli infermi che può venire chiesto dagli ammalati perché il Signore rafforzi la loro fede durante la malattia e anche per implorare la guarigione. 

Alla sera, invece, viene celebrata la Messa in Coena Domini (che significa "Messa nella Cena del Signore"). Durante questa celebrazione vengono ricordati tre gesti molto importanti compiuti da Gesù durante l'Ultima Cena

Il primo gesto è la lavanda dei piedi: Gesù lava i piedi ai suoi amici, i discepoli. Lui, il Figlio di Dio, compie un gesto da servitore: isnegna così ai suoi discepoli che tutti dobbiamo servire il prossimo, come ha fatto Lui. In memoria di questo gesto, il sacerdote lava i piedi ad un gruppo di persone che rappresentano i dodici apostoli.

Quella stessa sera, Gesù istituisce il sacramento dell'Eucaristia, che si ripresenta ogni volta che celebriamo la S.Messa, e il sacramento dell'Ordine che ricevono i Sacerdoti e i Vescovi: sono loro che durante la Messa consacrano il pane e il vino che diventano il Corpo e il Sangue del Signore; infatti, Gesù nell'Ultima Cena aveva detto agli apostoli: "Fate questo in memoria di me".

Al termine di questa Messa, Gesù non sarà più presente nel tabernacolo (luogo dove si conserva l'Eucaristia) e sarà invece allestito l'Altare della reposizione (dove viene conservata, cioè "riposta", l'Eucaristia): da questo momento e fino alla Veglia Pasquale (Sabato notte) non viene più celebrata la S.Messa. 

Venerdì santo

Nel giorno di Venerdì Santo si ripercorrono gli ultimi momenti della vita terrena di Gesù, dal suo arresto fino alla morte, attraverso la lettura della "Passione di nostro Signore Gesù Cristo secondo Giovanni". La celebrazione dovrebbe essere alle tre del pomeriggio, l'ora in cui Gesù è morto sulla croce, però per motivi pastorali può essere celebrata più tardi. 

Da quel momento in poi c'è silenzio, tutto tace, anche le campane. La chiesa è spoglia e gli altari "nudi", cioè senza tovaglia. Non c'è più la presenza di Gesù nel sacramento dell'Eucaristia, né nel tabernacolo né sull'altare della reposizione. Viene messa una grande croce in mezzo alla chiesa e davanti ad essa i fedeli possono sostare in preghiera e in adorazione personale. 

Sabato santo

Durante tutta la giornata non ci sono funzioni. La croce viene tolta dal mezzo della chiesa. Si può venire in chiesa per pregare e soprattutto per chiedere perdono al Signore dei propri peccati attraverso il sacramento della Confessione. I sacerdoti sono in chiesa durante alcune ore della giornata proprio per questo scopo.

Alloa notte c'è la Veglia Pasquale, celebrazione ricca di segni, che ci porta all'annuncio della risurrezione di Gesù.

All'inizio della Messa c'è la Liturgia della Luce: la chiesa è al buio e all'esterno di essa si accende un fuoco, al quale si accende il Cero pasquale (quando è spento rappresenta Cristo-Uomo, quando è acceso rappresenta il Cristo totale, cioè Cristo-Uomo e Cristo-Dio). Poi i fedeli entrano in chiesa in processione con le candele accese. Al canto del "Gloria", si accendono tutte le luci e si annuncia la risurrezione di Gesù:

GESU' E' RISORTO!

Poi la Messa continua con la Liturgia della Parola: si possono ascoltare da un minimo di 3 (tre) ad un massimo di 7 (sette) letture tratte dall'Antico Testamento. A queste si aggiungono la letera di S.Paolo ai Romani (Epistola) e il brano di Vangelo.

Segue quindi la Benedizione dell'acqua, il Rinnovo delle promesse battesimali e l'Aspersione dei fedeli. 

La Messa prosegue, poi, con i riti di Offertorio, di Comunione, di Congedo e di Benedizione finale.

Auguri di santa Pasqua di Gesù a tutti.


QUIZ SULLA SETTIMANA SANTA

Carissimo/a fanciullo/a, per ricordare meglio quello che hai letto sopra e quello che hai sentito dire sulla Settimana Santa, ti proponiamo un Questionario che ti permetterà di migliorare le tue conoscenze su Gesù e su cosa gli accadde negli ultimi giorni della sua esistenza terrena. Troverai qui di seguito delle domende, facili facili, alle quali dovrai rispondere tu, senza farti aiutare da alcuno (quando proprio non riuscissi a trovare una risposta esatta, e solo allora, potrai consultare la Bibbia o chiedere un po' di aiuto a qualche catechista o ai tuoi familiari!).

Come compilare il Questionario

Metti la spunta sul cerchietto posto alla sinistra della risposta che tu ritieni essere quella esatta e poi rispondi alla domanda "In quale giorno?" se è un fatto che si riferisce all Domenica delle Palme, al Giovedì santo, al Venerdì santo o al giorno di Pasqua. Alla fine del questionario lasciaci i tuoi dati e un recapito telefonico tuo o dei tuoi genitori.

SE NON VISUALIZZI CORRETTAMENTE IL QUIZ QUI DI SEGUITO, CLICCA >>QUI<<

Home Torna Su

Seguici sui social!
Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On GooglePlusVisit Us On YoutubeCheck Our Feed
Ascolta il Vangelo di oggi

Clicca Mi Piace!
Iscriviti alla newsletter!

Vuoi ricevere tutte le novità e gli aggiornamenti del sito tramite email?

Iscriviti alla newsletter 

e ricorda di confermare l'iscrizione cliccando sul link che riceverai via email. Se hai difficoltà, leggi le istruzioni QUI

Inserisci il tuo indirizzo email:
Rosari su Holyart.it